VIGILANZA ISPETTIVA ANNO 2018 – AREE DI INTERVENTO PRIORITARIO

comm01_Top300x30_Logo



L’INL  ( Ispettorato Nazionale del Lavoro ) ha individuato, con specifico documento,  per l’anno 2018 le aree prioritarie di intervento ispettivo con la finalità di  contrastare  fenomeni di lavoro sommerso e/o irregolare  e per potenziare la lotta all’evasione ed elusione contributiva.

Le aree individuate dall’INL sono:

LAVORO NERO  : i controlli saranno orientati verso i settori maggiormente  “a rischio”  quali COMMERCIO / RISTORAZIONE  / EDILIZIA / AGRICOLTURA; settori caratterizzati da un più intenso utilizzo di manodopera in occasione delle punte stagionali di maggiore attività.  Periodi dell’anno nei quali potrebbero verificarsi utilizzi di manodopera  “in nero”.

TIROCINI: è prevista un’attività di vigilanza in materia di tirocini formativi extracurriculari volta a contrastare      l’uso distorto ed improprio   di tale strumento,  dove venga accertata la mancanza di reale attività formativa nonché l’utilizzo del tirocinio quale strumento per dissimulare un rapporto di lavoro dipendente tipico subordinato.

LOGISTICA, TRASPORTO E LAVORO NELLE COOPERATIVE: nel corso del 2018 saranno programmate verifiche ispettive volte al contrasto di irregolarità lavoristiche nel settore   logistico e del trasporto, con particolare attenzione  ai  siti dove  operano  cooperative di grandi dimensioni.   L’obiettivo principale è quello di verificare la regolarità della costituzione  e dello svolgimento  dei rapporti di lavoro in capo alle cooperative nonché l’adempimento degli obblighi retributivi e contributivi spesso violati con l’obiettivo di tutelare i crediti da lavoro dei soggetti utilizzati.

CORRETTO UTILIZZO DEL NUOVO LAVORO OCCASIONALE:  saranno programmate nel corso del 2018 azioni di vigilanza per verificare il rispetto della disciplina sul lavoro occasionale  ( dove utilizzato )  volte a fare emergere eventuali condotte  elusive per  dissimulare rapporti di lavoro in nero.

CONTRASTO AL CAPORALATO: è confermata per il 2018 la lotta al caporalato ( soprattutto nel settore AGRICOLO )  con l’obiettivo di garantire la corretta applicazione della  legislazione vigente.

DISTACCO TRANSNAZIONALE: verrà posta particolare attenzione all’analisi di situazioni di distacco transnazionale irregolare e fittizio.